Montascale per anziani e disabili: ecco quali sono i vantaggi e i benefici fiscali per acquistarli


Chi acquista un montascale o delle pedane elevatrici può godere di notevoli benefici fiscali, trattandosi di un intervento atto alla rimozione delle barriere architettoniche verticali.

Quali sono le detrazioni fiscali per l’acquisto in un impianto montascale?

In particolare, è possibile detrarre dall’imposta lorda a carico del contribuente un’aliquota pari al 19% o al 36% della spesa sostenuta.

La detrazione del 19% è fruibile esclusivamente da coloro che sono stati riconosciuti invalidi dall’Asl o dagli altri enti che sono preposti a questa funzione, ovvero da tutte quelle persone disabili che secondo la legislazione “presentano una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa, tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione”.
La detrazione del 19% è fruibile, se non dalla persona riconosciuta invalida, dal soggetto che ha fiscalmente a carico il disabile.

La detrazione del 36%, invece, può essere fruita da qualsiasi contribuente che procede alla realizzazione di un impianto montascale per anziani e per portatori di handicap in un immobile di proprietà o che detiene ad altro titolo (usufrutto, uso, locazione, comodato), purché questo sia situato nel territorio italiano.

Per poter usufruire della detrazione del 19% è necessario conservare le ricevute delle spese sostenute e registrare l’importo nella dichiarazione dei redditi; nel caso, invece, si possa usufruire della detrazione fiscale del 36% occorre effettuare il pagamento tramite bonifico bancario e compilare l’apposito modulo da ritirare presso la banca o l’ufficio postale.

Inoltre, la Legge n. 13 del 1989 ha previsto la possibilità di richiedere un contributo per quanti si adoperino, attraverso installazioni a ciò preposte, all’eliminazione negli edifici privati delle barriere architettoniche.

La domanda può essere presentata, presso il comune in cui è sito l’immobile in questione, dal disabile che abbia limitazioni funzionali permanenti, dal contribuente che lo ha fiscalmente a carico, dai condomini dove questi risiedono o dagli istituti residenziali i cui immobili sono destinati all’assistenza per persone affette da disabilità.

Quali benefici offre un impianto montascale?

Poter usufruire dell’ausilio di un impianto servoscale è per un disabile o per un anziano molto vantaggioso per diverse ragioni.

Innanzitutto si tratta di uno strumento fondamentale per consentire a chi ha difficoltà motorie o sensoriali di ritrovare la propria autonomia e di preservarne la libertà.
Ritrovare la propria indipendenza in casa in tutta sicurezza, inoltre, ha importanti conseguenze anche sul piano psichico, poiché libera gli anziani e i disabili dalla condizione di dipendenza da qualcuno, condizione che li fa sentire come un peso per gli altri e che non permette loro di spostarsi come e quando lo desiderano.

Le diverse soluzioni di impianti montascale per interni ed esterni, invece, costituiscono un ottimo rimedio e presentano un altro fondamentale vantaggio: permettendo di superare le barriere architettoniche verticali, tanto diffuse nelle abitazioni oltre che negli edifici pubblici, non costringono quanti hanno difficoltà motorie e sensoriali a cambiare abitazione, abbandonando così i vecchi ricordi, le proprie abitudini e gli ambienti consueti e familiari, situazione che potrebbe avere importanti conseguenze psichiche e causare una depressione che non è poi così semplice risolvere.

Da non trascurare, infine, il supporto indispensabile che gli impianti servoscale a poltrona o a pedana forniscono agli accompagnatori e ai familiari dei disabili e degli anziani, che in molti casi sono impediti e limitati nell’aiuto che riescono ad offrire ai propri cari.

Comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *