Cosa Fare in Toscana: idee e consigli utili


Panorami mozzafiato, mare cristallino, atmosfere di altri tempi, città d’arte e natura selvaggia: non basta una sola vacanza per vivere appieno tutto il meglio della Toscana, ma vale comunque la pena arrivare in questa regione fra le più affascinanti d’Italia, anche se per poco tempo, per sentirsi in armonia con il suo territorio così variegato, calandosi nella bellezza.

Proviamo allora qui a dare qualche idea per un soggiorno toscano che, ne siamo certi, vi resterà negli occhi e nel cuore, qualunque sarà stata la vostra scelta. Per delle soluzioni personalizzate invece, si può per esempio visitare il sito www.ariannandfriends.it

Partiamo per esempio, dalle soluzioni per gli amanti (tanti) del verde e dei parchi, suggeriamo un tour fra le tante ville e gli splendidi giardini. Fra i più conosciuti e meritevoli di visita, senza dubbio, i Boboli, a Firenze, così come, sempre nel capoluogo, Villa Bardini e il Giardino di Torrigiani, il più grande privato d’Europa all’interno delle mura di una città. Vere e proprie perle d’eleganza e raffinatezza, che faranno rivivere atmosfere del passato, per un tuffo nella storia, tra Umanesimo e Rinascimento.

Ma non solo verde e natura: la Toscana è anche un contenitore pieno di tesori e di arte, custoditi in alcuni tra i musei più famosi del mondo, visitati ogni anno da migliaia e migliaia di persone. Non dimentichiamoci, però, che l’arte in questa regione non è certo concentrata solo negli Uffizi o presso la Galleria dell’Accademia: moltissimi sono i musei solo apparentemente minori, forse meglio definire più “originali”, interessanti per scoprirne il lato inedito. Uno su tutti, lo Stibbert, fra i luoghi più incredibili di Firenze, una vera e propria casa-museo che raccoglie la straordinaria collezione di armi e oggetti d’arte appartenuti nell’Ottocento da Frederick Stibbert, collezionista d’arte, fra cui i cavalieri europei e ottomani a grandezza naturale.

Ma la Toscana è anche il Palio, una delle manifestazioni più conosciute e coinvolgenti, che richiama a Siena due volte l’anno, il 2 luglio e il 16 agosto, centinaia di visitatori e appassionati, che diventano automaticamente tifosi delle varie contrade e dei rispettivi purosangue in gara. E oltre al Palio, impossibile non citare un altro emblema regionale (e nazionale), la famosa Torre pendente, non solo simbolo di Pisa, ma una delle icone rappresentative dell’Italia nel mondo. La celebre Torre in realtà altro non è che il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta, nella meravigliosa Piazza dei Miracoli, centro artistico della città, annoverata dall’Unesco fra i Patrimoni dell’Umanità.

Molto interessanti e curiosi, cambiando totalmente genere, sono i tanti corsi di cucina tipica che si organizzano un po’ in tutta la Regione, spesso accompagnati da degustazioni ed assaggi, anche di vini doc. E non potrebbe che essere così, in un territorio che offre una grande varietà di prodotti e sapori, meta ideale per chi desidera mettersi ai fornelli per imparare le ricette della tradizione o per degustare i vini della splendida campagna.

Ed infine, per i più temerari, vicini alla natura più selvaggia e che desiderano vivere una vacanza il più possibile all’aria aperta, suggeriamo le passeggiate a cavallo con i butteri della Maremma. In questo modo, si scopre il territorio in una maniera diversa, con la possibilità di ammirare il paesaggio viaggiando lentamente, in gruppo, tramite ippovie, gli itinerari percorribili appunto a cavallo, attrezzate per il turismo equestre, dalle spiagge della costa ai boschi di alta montagna.

Comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *