Linkedin

Cambio di rotta per Microsoft che acquista Linkedin


Il 13 giugno scorso, maxi fusione nel settore della tecnologia informatica: la Microsoft Corporation, gigante di Bill Gates, ha acquistato LinkedIn, a sua volta gigante nel mondo dei social ed orientato al mondo del lavoro, nell’ambito di un’operazione da 26,2 miliardi di dollari.

Benché sempre fiorente, negli ultimi tempi LinkedIn cominciava a perdere un po’ quota, nonostante i suoi oltre 400 milioni di utenti, e fra gli investitori si stava diffondendo già del malcontento.

Dopo l’acquisizione LinkedIn, tuttavia, è stato assicurato che manterrà il proprio brand distintivo e Jeff Weiner resterà come CEO dell’azienda, riferendo direttamente a Satya Nadella, amministratore delegato di Microsoft. Weiner e Reid Hoffman, presidente, cofondatore e azionista di LinkedIn, sostengono completamente la transazione, che dovrà concludersi entro il termine dell’anno solare.

Nadella, dal canto suo, rassicura affermando che l’acquisizione ha lo scopo di accrescere il business di LinkedIn, connettendola alla Microsoft. Parole che sembrano trovar conferma a Wall Street dove l’operazione d’acquisto ha fatto balzare immediatamente i titoli di LinkedIn del 50% (196 dollari ad azione) quando, fino a poco prima dell’operazione, erano scesi dal 48% al 47% circa, per 193 dollari ad azione dopo aver toccato i 194,38 dollari.

Tuttavia, nonostante i rialzi di LinkedIn, i titoli di Microsoft tendono al ribasso: la quale lascia ora sul campo 49,49 dollari per azione, per una capitalizzazione di 388,94 miliardi. Inoltre già comincia a farsi sentire il malcontento degli utenti i nutrono forti dubbi sulle reali potenzialità di questa acquisizione.

 

 

Comment!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>