Scarpe sexy, come sceglierle


È così difficile stare dentro le scarpe di una donna sola. Per questo ne servono di veramente speciali. Per camminare un po’ più allegramente.
Così si esprime una donna che di scarpe se ne intende, eccome. Stiamo parlando di Carrie Bradshaw, la celeberrima protagonista di Sex & The City, che con il suo armadio pieno di scarpe ha generato l’invidia di milioni di donne in tutto il mondo. Un vero campionario di marchi, brand e modelli mostrati durante le sei stagioni della fortunata serie Tv targata HBO, e nei due successivi film, che ad elencarli tutti ci si perde: Manolo Blahnik, Proenza Schouler, Jimmy Choo, Valentino Garavami, Salvatore Ferragamo, Vivienne Westwood, YvesSaintLaurent, Sigerson Morrison, Gianvito Rossi, Chanel, Charles Jourdan, J. Crew, Dior, Pierre Hardy, e tante altre, in un vortice di product placement senza precedenti, almeno per quanto riguarda le scarpe.

Vedendole, però, si capisce perché il personaggio interpretato da Sarah Jessica Parker non riesce a trattenersi dallo spendere migliaia di dollari per acquistare il meglio che il mercato delle scarpe ha da offrire.

Una passione, quella di Carrie, anche se in proporzioni più “umane”, condivisa da milioni di rappresentanti del sesso femminile, consapevoli che la bellezza passa anche attraverso le scarpe che si indossano.

Ovviamente non tutte sperperano interi patrimoni per comprare scarpe d’alta moda a prezzi vertiginosi, più vertiginosi di qualunque tacco, ma nelle giuste proporzioni ogni donna adora fare shopping in negozi, centri commerciali e e-commerce dedicati alla vendita di calzature.
Che sia una scarpa di lusso o un sabot, un sandalo o uno stivaletto, una ballerina o un decolleté, la scelta della scarpa da indossare non è mai così scontata. Certo, magari nel quotidiano si opta per una calzatura più comoda, ma per le occasioni speciali niente può essere lasciato al caso.
Un matrimonio, un evento importante, una serata romantica, un colloquio di lavoro, ogni momento della vita di una donna è segnato dalla scarpa adatta, che resterà per sempre impressa nella memoria.

E ne esistono veramente un’infinità. Si parte con il classico decolleté, declinato nelle varie sue evoluzioni, come lo stiletto, un evergreen, contraddistinto da un tacco vertiginoso e sottilissimo. Poi c’è l’escarpin, un modello molto scollato sul davanti, che mette in risalto il collo del piede; il decolletè Open Toe, caratterizzata dall’apertura sulla punta che lascia intravedere le dita; il D’Orsay, che lascia scoperto entrambi i lati del piede o solo uno; la Chanel, dal nome della grande icona dello stile e dell’eleganza, molto raffinata, con tacco basso, chiusa in punta ed aperta dietro a mo’ di sandalo con una cinghietta che passa poco sopra il tallone; la Mary Jane, caratterizzata da uno o più cinturini sul dorso del piede, con tacco più o meno alto; il classico sandalo, estivo, aperto, con tacco o senza; le T-Strap, che portano un laccio alla caviglia arricchito da una striscia di materiale che si protrae lungo il collo del piede; l’aggressivo Cage Sandal, caratterizzato dalla forma a gabbia di listini sul piede; le scarpe con Plateau, molto comode da indossare, grazie al rialzo posizionato sotto la suola davanti; la zeppa, leggermente meno elegante delle precedenti, caratterizzata da un’unica suola con un tacco più alto in posizione del tallone.

Potremmo continuare riempiendo pagine e pagine con la descrizione delle innumerevoli tipologie di scarpe esistenti sul mercato.
Ogni donna ha i suoi gusti, è ovvio, e scegliere se indossare scarpe comode, classiche, eleganti, moderne, sbarazzine o, se l’occasione lo richiede, delle scarpe sexy, è un processo decisionale lungo e quasi mai semplice.

In ogni caso, alla fine della giornata, quando, nell’intimità della propria camera da letto, una donna si sfila via la scarpa che ha scelto di indossare, esistono solo due espressioni possibili: una smorfia di dolore, o un sorriso soddisfatto.

Comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *